Morte in culla: gli errori delle pubblicità

Morte in culla: gli errori delle pubblicità

posizione errata

La morte in culla è uno spettro che si aggira attorno ai primi mesi del bambino. Il terrore di molti genitori è di trovare il proprio figlio morto nel suo lettino.

Ne abbiamo parlato qui affrontando l’argomento SIDS e ci torniamo ora per un motivo ben preciso: la pubblicità.

Neonati nei loro lettini, in tv e sulle riviste, troppo spesso presentati in posizioni assolutamente scorrette e rischiose.

Morte in culla: l’analisi di Pediatrics

La rivista americana Pediatrics ha condotto uno studio sulle inserzioni pubblicitarie dal 1992 ad oggi, rilevando che molte delle inserzioni danno un’idea sbagliata e pericolosa di come il bambino debba dormire.

In molte di queste pubblicità la biancheria da letto è scomposta, il bambino dorme a pancia in giù o vi sono oggetti nella culla.

I genitori devono quindi esaminare con occhio critico le pubblicità, cercando di non copiarle ma parlando con il pediatra.

Perchè è fondamentale parlare degli errori della pubblicità? Perchè negli USA, ad esempio, è stato rilevato che il 34% dei bambini continua ad esser sottoposto ad errori banali nella fase del sonno.

I genitori sono molto esposti alle pubblicità quindi è il caso che queste si adeguino ai suggerimenti degli esperti o che i genitori siano più accorti.

Ad esempio: il paracolpi è un oggetto ancora diffuso, nonostante gli esperti lo dichiarino pericoloso, e pare che si debba al 70% delle pubblicità che continuano a mostrarlo nei lettini dei neonati. Idem per i cuscini ed i pupazzi.

Ed ancora una buona porzione di pubblicità (sempre americane) mostrano bambini con lenzuola libere (liberi di tirarsele sul viso muovendosi nel sonno e soffocare) ed addirittura posti in posizione prona che è molto pericoloso, essendo la causa primaria della morte in culla.

Morte in culla: le 5 cose essenziali da sapere

Morte in culla: gli errori delle pubblicità

posizione giusta

  1. Niente paracolpi nel lettino

  2. niente peluche

  3. lenzuolo al petto e braccia libere

  4. non si deve addormentare con il ciuccio in bocca

  5. deve dormire supino

Tutti questi accorgimenti servono ad impedire al bimbo di soffocare mentre dorme.

Osservate le pubblicità italiane: rispettano i consigli degli esperti?

Autore: MothersMilk

Mamma e Naturopata dedita alla ricerca del benessere e del mantenimento dello statao di salute grazie ai rimedi naturali e a una sana alimentazione sono diplomata in Perito Aziendale nel 2000. Nel 2008 conseguo anche il diploma in Scienze Naturopatiche ad indirizzo Psicosomatico. Continuo a studiare Floriterapia , Aromaterapia, Fitoterapia, Cristalloterapia, Riflessologia, Medicina Cinese, Alimentazione Naturale e discipline come Meditazione, Reiki per il riequilibrio emozionale ed energetico. Ho conseguito ll’attestato in Fitoterapia funzionale riequilibrio metabolico, drenaggio e detossificazione. Sto approfondendo la metodologia dello studio parentale e della scienza della formazione come assistente all’infanzia e in corso di studio per conseguire il diploma magistrale in Nutrizione e Dietetica. Scrittrice e Articolista, e co-autrice di 2 ebook in vendita su Amazon, “Il Trattamento energetico vibrazionale” e “La Sacerdotessa di Bastet – gli insegnamenti segreti”

Condividi questo Articolo!

Lascia un Commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *